E' da un po' di tempo che si sta assistendo ad un moltiplicarsi delle iniziative nell'ambito degli user group Italiani. L'ultimo arrivato in ordine di tempo è DotNetRomaCeSta che andrebbe letto con un vago accento romanesco per intuirne il vero significato :)

Non l'ho fatto con altri, ma lasciatemi fare un saluto ad Emanuele e i suoi che mi hanno chiesto di fargli un po' (legittima)di pubblicità. Se siete di quelle parti ora non avete più scuse, iscrivetevi al sito, ma mi raccomando non siate solo spettatori, impegnate un po' del vostro tempo alla causa... ne rimarrete soddisfatti.

http://www.dotnetromacesta.org

A presto.

tags: - categories: News

M'è rimasta in mente una puntata di una di quelle trasmissioni politiche che popolano le nostre televisioni. Non proprio una puntata intera, direi più una frase di uno degli autorevoli ospiti che notava come ormai ci si renda conto che gli Stati Uniti siano destinati a perder il ruolo di primo piano in favore della Cina. E la cosa che più mi ha colpito è la naturalezza con cui ha fatto passare questa affermazione, come se fosse la cosa più naturale del mondo.

Ora, non è che io sia un filoamericano senza speranza - diciamo che sono un forte estimatore della forma democratica di quel paese - ma di certo senza ombra di dubbio sono assolutamente e fortemente contro l'arrogante regime che ogni giorno fa strage dei diritti umani dei Cinesi. Se facciamo due più due e consideriamo che l'influenza degli Stati Uniti sul mondo è così forte da permeare le nostre vite, l'idea che la Cina si possa sostituire ad essi non può che darmi i brividi.

Non so quanta verità ci sia nelle parole che ho sentito e credo che nemmeno chi le ha pronunciate possa saperlo. Credo però che noi tutti dovremmo considerare che una tale situazione politica, se dovesse verificarsi, di certo non ci condurra verso nulla di buono.

Technorati Tags: ,,

Ho appena pubblicato su un articolo che mostra l'uso di PollingDuplexHttpBinding con Silverlight. L'esempio è la versione riveduta e corretta della demo che ho presentato circa un mese fa in occasione del meeting si Silverlight Networking.

Per chi fosse interessato ai sorgenti originali e alle slide del meeting ricordo che sono disponibili sul sito di XeDotNet nella pagina dedicata al meeting: http://www.xedotnet.org/48/section.aspx/323

Nei prossimi giorni vorrei proseguire a presentare il materiale del meeting con altri articoli così da renderlo più fruibile a chi non fosse riuscito a partecipare.


Quest'oggi debuggando un po' alcune pagine web che fanno pesante uso del routing, io e ci siamo resi conto di un problemino che ne affligge l'uso. Pare che se gli url terminano con .aspx (e questo era proprio il nostro caso), non ci sia modo di vedere inizializzato il contesto della pagina. Il sintomo primario di questo comportamento è dato dalla mancata esecuzione degli handler nel global.asax, ma nel nostro caso si è rivelato perchè ci siamo trovati difronte alla mancanza completa di Session e ViewState.

In rete si trovano alcuni post su questo problema, primo fra tutti quello su StackOverflow:

http://stackoverflow.com/questions/218057/httpcontext-current-session-is-null-when-routing-requests

Pare che l'unico workaround conosciuto a questo problema sia relativo l'uso di una estensione conosciuta a IIS e conseguentemente mappata sull'handler di asp.net, oppure l'uso del wildcard mapping (ovvero tutto passa per asp.net).

Nel nostro caso l'applicazione stava girango su Vista con IIS7 e non abbiamo indicazioni in merito al problema su IIS6 o su un server di produzione, ma per fortuna non siamo arrivati fino a li... :)

Va detto che ci siamo resi conto del problema con qualche difficoltà per il semplice motivo che nel contesto in cui stiamo lavorando abbiamo escluso per quanto possibile l'uso di session e viewstate (si tratta di una applicazione mobile), perciò credo che lavorando su pagine normali questo problema sarebbe emerso molto più facilmente.

Technorati Tag: ,,

Pochi righe, praticamente un twit anziche un post per complimentarmi con l'organizzazione e la qualità della SQL Conference 2009 che sto seguendo da ieri. Sono felice che eventi di questo spessore ricevano il giusto ricnoscimento, dimostrato dal fatto che la conferenza è andata sold out con 10 giorni di anticipo.

Nulla di meglio di una formazione efficace per combattere la crisi...

 

tags: - categories:

e la hanno raggiunto un accordo per la pubblicazione online di 100 Terabyte (pari a circa 20000 DVD) di immagini del nostro pianeta, della e di marte scattate dal satellite NASA’s Mars Reconnaissance Orbiter (MRO). La notizia è davvero interessante e sembra essere un tentativo di rispondere ai progressi di Google nei suoi servizi di mappatura del pianeta che recentemente hanno portato alla pubblicazione di bellissime foto sottomarine.

This collaboration between Microsoft and NASA will enable people around the world to explore new images of the moon and Mars in a rich, interactive environment through the WorldWide Telescope,” said Tony Hey, corporate vice president of Microsoft External Research. “WorldWide Telescope serves as a powerful tool for computer science researchers, educators and students to explore space and experience the excitement of computer science.

Per quelli che come me sono da sempre affascinati dalle meraviglie del cosmo questo servizio promette di regalarci spettacolari immagini che mai avremmo potuto sognare di vedere.

Sito:

Annuncio: NASA and Microsoft to Make Universe of Data Available to the Public

tags: - categories: News

Tra gli esempi di Silverlight 3.0 che ho realizzato nelle settimane scorse ce c'è che mi ha fatto rivivere i bei tempi passati. La generazione di frattali, in particolare quelli del set di Mandelbrot in effetti è uno dei miei primi esercizi ludici che negli anni 80 grazie ad una rubrica allora storica - gli di - ho provato ad affrontare.

La vittima sacrificale di allora era un Philips MSX, sul quale facevo girare per ore e ore i calcoli super ottimizzati. L'ottenere le immagini che vi propongo qui a fianco in quei giorni era pressochè impossibile, non almeno con la rapidità con cui le ha generate Silverlight 3.0 pochi minuti orsono.

Ho sempre avuto un debole per questo tipo di immagini, che dimostrano a mio parere la grande razionalità che contraddistingue la natura, al contrario di quanto crede la massa che la ritiene una sorta di estrosa casualità. Mi piacerebbe che l'esperimento che ho iniziato al solo scopo di capire e far capire come funziona la WriteableBitmap trovasse seguito magari aggiungedo la possibilità di esplorare allo stesso modo l'insieme di Julia e il personalizzare in tempo reale la palette di colori.

Giusto un minuto fa mentre scrivevo mi è venuto in mente che se qualcuno si offre ad implementare queste funzionalità sarei lieto di proporre il suo codice, magari accompagnato da un breve articolo, sulle pagine di . Il codice è già abbastanza razionalizzato e sono certo che con poco sforzo si potrebbe riuscire a rendere l'algoritmo di generazione pluggabile.

Se per caso questa mia idea sia qualcosa di più che una mia inutile elucubrazione spostate il vostro sguardo sulla barra laterale e contattatemi usando la web presence di messenger, chissà che non ne esca qualcosa di divertente oltre che utile ad imparare qualcosa di nuovo.

tags: - categories: XAML