Landing-700x250

Il 23 Marzo 2009 di terrà il primo appuntamento con i Windows 7 Installation Fest, una serie di appuntamenti organizzati dalle community italiane che hanno l'obbiettivo di far conoscere il nuovo sistema operativo di Microsoft che nel breve futuro prenderà il posto di Vista.

La serata, che verrà presentata dagli user group XeDotNet e Powershell.it presso l'incubatore d'azienda Start Cube di Padova, si dividerà in due parti:

  1. Sessione di Davide Senatore su Windows 7 - In compagnia di Davide vedremo una carrellata delle nuove feature del sistema operativo

  2. Installation Party. Con l'assistenza delle community i presenti potranno installare il nuovo sistema operativo in versione beta sui propri PC o su una macchina virtuale

Sede dell'evento:

Start Cube
Incubatore Universitario d'Impresa 
Via della Croce Rossa, 112 - 35129 PADOVA

Orario: Accoglienza presso la sala 18:30 - Inizio Sessione: 19:00.

Iscrizioni: Windows 7 Installation Fest

Per garantire un rapido svolgimento delle installazioni vi consiglio di arrivare con la macchina pronta (formattata) o con il Virtual PC già installato. Non è possibile effettuare upgrade da Vista o da XP perchè tuttoggi non è disponibile un setup di questo tipo.


Vale la pena che vi segnali i prossimi appuntamenti di . Dopo il meeting dello scorso 27 Febbraio, stiamo marciando a grandi passi verso il prossimo meeting, dove vedremo ospite con un interessantissimo appuntamento su Test Driven Development. Ma non si tratta dell'unica data; Ecco il calendario completo:

1) Il 23 Marzo, saremo a Padova dove terrà una sessione introduttiva su Windows 7 durante il primo . Il meeting si terrà presso le sale di Start Cube di Padova.

2) Il 27 Marzo a Pordenone presenteremo il . La pagina di iscrizioni è già disponibile all'indirizzo . Il meeting in collaborazione con consterà di 4 sessioni sugli argomenti del web.

3) Il 3 Aprile Mauro Servienti presenterà il meeting a Mestre presso il Novotel Castellana. Come di consueto inizieremo alle 20:00

4) Infine il 30 Aprile sarà protagonista di un nuovo esperimento per la nostra comunity. Terremo infatti il primo . Il meeting si terrà online, su piattaforma Live Meeting e avrà inizio alle 21:30

Tutte le pagine di registrazione sono già disponibili quindi invito tutti a registrarsi il prima possibile. In particolare vi invito a spargere la voce, soprattutto sul Virtual Meeting che è una nuova iniziativa spesso richiesta

tags: - categories: News

image Approfitto del fatto che finalmente le foto che ha scattato lo scorso 27 febbraio, per ringraziare tutti i presenti al meeting "Silverlight 2.0: Networking Explained", per la calorosa accoglienza e la numerosa partecipazione.

La serata è andata davvero bene dal mio punto di vista; Mi sono sentito decisamente sciolto e nonostante sulle prime mi fossi preoccupato di aver scelto un argomento eccessivamente tecnico il pubblico ha dimostrato di apprezzare lo scendere in particolari così profondi e dettagliati su un argomento. Ho l'impressione che la scelta di argomenti di questo tipo possa essere in realtà vincente perchè consentono alle persone di portarsi a casa un bagaglio che da la possibilità di valutare una tecnologia per quello che realmente sa dare.  Credo che per il prossimo semestre proverò nuovamente a proporre qualcosa del genere.

Entro breve (dove breve significa "non prima di due settimane") vorrei proporvi degli articoli sul blog che riprendono gli esempi che ho preparato per il meeting, cercando di dettagliarli il più possibile e magari includendo uno screencast che ne dimostri il funzionamento. Il mio preferito è sicuramente l'esempio del Socket, dove ho creato un piccolo Task Manager online che mostra il carico di lavoro sul server, ma non è da trascurare nemmeno l'esempio di PollingDuplex.

Vi consiglio quindi di continuare a seguirmi. I prossimi giorni potrebbero essere molto densi... ;)


cc950524_SmallBasic_logo(en-us) Leggendo tra i blog ho scoperto un interessante gioco che devo far provare a mia figlia. Si tratta di Small Basic, un interprete basic sviluppato appositamente per favorire l'apprendimento della logica dei linguaggi di programmazione ai bambini.

L'editor è fatto davvero molto bene, e in pochi minuti mette in grado di scrivere qualche routine divertente che mi riporta ai giorni in cui - da bambino - facevo i miei primi esperimenti con il mio MSX. Dispone di un intellisense estesicamente molto bello e soprattutto molto usabile e descrittivo.

Splendida poi la funzione che consente di pubblicare sul web gli spezzoni di codice e recuperarli con un semplice codice alfanumerico dall'editor oppure da un url nel browser. Ecco qui il risultato di qualche esperimento con l'oggetto Turtle che consente di scrivere con la logica del .

Link: http://smallbasic.com/program/?NVK970

Chi lo volesse scaricare lo trova a questo indirizzo:

http://msdn.microsoft.com/en-us/devlabs/cc950524.aspx

Technorati Tag:

appz Domani sera sarò nuovamente impegnato in un meeting di XeDotNet dove sarò protagonista di una sessione sul mio beneamato Silverlight. Durante i 90 minuti della sessione parlerò diffusamente delle tecniche di accesso alla rete che il plugin mette a disposizione.

Il fulcro della serata sarà una piccola applicazione, sviluppata appositamente per domani sera, che dimostra come usare il Polling Duplex per aggionare un ipotetico pannello di orari di autobus. Questa tecnica è davvero interessante e apre la strada ad una tipologia di applicazioni molto efficace e di semplice sviluppo.

Un altro esempio divertente sarà quello si un mini task manager in grado di mostrare in tempo reale l'uso del processore sulla macchina server. Grazie all'uso di un socket i dati raccolti che fluiscono in vero realtime andranno ad aggiornare un pannello con un grafico e due barre indicatrici rispettivamente di processore e memoria RAM. Nella figura a fianco ho postato due screenshot del risultato...

Subito dopo il meeting mettero a disposizione il codice delle applicazioni. Ora ho finito di prepararmi e me ne vado a dormire che domani ho bisogno di tutta la concentrazione necessaria per dare il massimo.

tags: - categories: XAML

Diversamente da quello che ci si aspetta, la localizzazione di uno UserControl (e quindi della stessa pagina) in Silverlight non segue strettamente la cultura che è stata impostata nel browser. In effetti se provate a effettuare il binding di un TextBlock su di una proprietà di tipo DataTime vi renderete conto immediatamente di uno strano comportamento, soprattutto se la lingua del browser è impostata su una cultura diversa da en-US:

   1: <TextBlock Text="{Binding Today}" />
   2:  
   3: ... si ottiene ...
   4:  
   5: 2/23/2009 8:20:53 PM

La data espressa in questo esempio è palesemente in formato anglosassone. Il motivo di questo comportamento è dovuto ad un valore di default che viene assegnato all'attributo xml:lang (corrispondente alla proprietà Language di FrameworkElement). Se infatti provate a scrivere un IValueConverter custom e a mettere un breakpoint nel metodo Convert() vi renderete rapidamente conto che il valore che arriva al metodo come CultureInfo è "en-US", indipendentemente dalla cultura che valorizza la proprietà CultureInfo.CurrentCulture.

La documentazione in proposito è piuttosto chiara:

The Language property will default to "en-US" if not otherwise set either through the property itself or through processing the xml:lang attribute.

Correggere questo comportamento è piuttosto semplice. E' sufficiente valorizzare la proprietà Language dello UserControl cui fa riferimento la pagina nel costruttore del controllo in questo modo:

   1: this.Language = XmlLanguage.GetLanguage(CultureInfo.CurrentCulture.Name);

In WPF c'è più o meno il medesimo problema che ha una soluzione un po' più elegante, dato che è possibile effettuare l'override dei metadati di una DependencyProperty. Con Silverlight 2.0 invece occorre settare esplicitamente tale valore in ogni UserControl.

 


E' un po' di tempo che non parlo di politica, ma questa volta questa notizia mi ha fatto pensare che fosse il caso di esprimere la propria opinione. La notizia in questione è che il vincitore della notte degli oscar che ha portato a casa 8 statuine, ha incassato 150 Milioni di dollari decuplicando l'investimento necessario a girare il film. Unendo questa notizia con quella passata per il TG2 si viene a sapere che i due bambini indiani che ricoprono un ruolo nella trama del flim, sono stati pagati solo 125000 rupie cioè 2000$

Più volte mi sono espresso contro gli sfruttatori del lavoro minorile, sempre rivolgendomi a paesi come la Cina che di questa pratica ne fa un uso comune. Ma evidentemente non occorre andare troppo lontano per trovare casi di questo tipo. Forse è il caso che iniziamo a fare un po' di pulizia in casa nostra...

Technorati Tag: ,,