Ormai da un po' di giorni sto assistento ad uno stillicidio che non condivido e che ritengo equivoco e dannoso. Perciò e venuto il momento che dica la mia a proposito di alcuni post che ho letto e alcune opinioni che ho sentito esprimere sulla versione 1.0 di Silverlight. Secondo taluni Silverlight 1.0 sarebbe un "giocattolo" destinato a morire prima ancora di essere concepito che servirebbe solo da specchietto per le allodole in attesa di una matura versione 1.1 che verrà. Certo non si può dire che Silverlight 1.0 sia una piattaforma definitiva (ma onestamente, ne è mai esistita una?) e di ciò credo ne dobbiamo essere tutti pienamente coscienti, ma degradare questo bel pezzo di software a mero "media player" significa non aver nemmeno avuto la voglia di provare a farci qualcosa.

Pare che il peccato originale di Silverlight sia di richiedere l'uso dell'odiato Javascript che forse qualcuno considera un linguaggio poco onorevole ma che - come credo di aver dimostrato - è un dignitosissimo strumento con delle peculiarità che altri linguaggi possono solo sognare. Senza considerare che è ancora l'unico valido strumento in grado di regalarci una cosa come AJAX (e nessuno credo si sia mai lamentato di questo).

E poi chi conosce Flash sa che ActionScript altro non è che un pessimo Javascript condannato ad essere spalmato all'interno di centinaia di frame contro ogni regola di buona programmazione. E allora che male c'è ad avere un Silverlight che usa Javascript (quello vero) e che permette di lavorare anche in modo Object Oriented considerando anche che chi viene da Flash di certo non ha voglia e il tempo di imparare C#?

E poi XAML che sarebbe solo un pallido sottoinsieme di quello di WPF. Sì, certo con la 1.0 non si fa il 3D (), ma non mi risulta che lo si faccia nemmeno nella 1.1 se non con una qualche  (ma a che prezzo?). Certo, con la 1.0 non ci sono layout evoluti, ma basta un minimo sforzo e due righe di Javascript e si ottiene più o meno tutto ciò che si può ragionevolmente desiderare. Ma è XAML. Forse a qualcuno sfugge, ma la vera novità non è che si possa fare qualunque cosa, ma piuttosto che all'interno di 1,3 MB si riesca a caricare uno XAML che è un sottoinsieme compatibile con quello di WPF - e incidentalmente compatibile persino con le regole di SEO - e che finalmente, lasciatemelo dire, da vera dignità e una struttura a tutta quella porcheria che si trova negli swf e che è sostanzialmente incomprensibile anche a chi l'ha realizzata.

Io non considero Silverlight 1.0 perfetto. Probabilmente nemmeno lontanamente ci si avvicina. Ma è innegabile che sia un passo avanti notevole, che tutto ciò che faremo oggi con questa versione non verrà buttato all'uscita della prossima, che finalmente possiamo dire che esista almeno un embrione di alternativa ad un mondo - quello di flash & co - che personalmente ho sempre cercato di evitare per la lentezza e la improduttività che si porta dietro. Per ora ci dovremmo accontentare di trovare le giuste applicazioni, che non sono solamente i media player o i bannerini, ma tutta una galassia di applicazioni RIA in grado di organizzare in modo diverso e innovativo i dati acquisiti per mezzo di AJAX e WebServices (Sì, si può fare anche con la 1.0...) e di mostrare dei pannelli di controllo usabili, leggibili e compatibili con qualunque browser senza doverci arrovellare con CSS e HTML.

Dategli un'occasione e non ve ne pentirete. E soprattutto ricordatevi che il tempo che impiegherete oggi per imparare ad usare Silverlight non è tempo buttato ma tornerà utile anche in futuro.

Technorati tags: , ,

Aggiungi Commento