WriteableBitmap Sample Dopo lunga attesa finalmente è stato annunciata oggi da Scott Guthrie durante la keynote al Mix 2009 la beta 1 di Silverlight 3.0. Ho avuto modo di lavorare per un po' con questa release e devo dire che la trovo davvero stabile e carica di numerosissime novità. Prima fra tutti la Out of Browser Experience, che consente all'utente di "staccare" dal browser le applicazioni Silverlight 3.0 appositamente sviluppate per questo scopo e lanciarle comodamente da un link sul desktop anche in modalità disconnessa dalla rete. Ci muoviamo quindi verso la creazione di applicazioni .NET che non richiedono installazione e che possono essere fatte girare su qualsiasi piattaforma anche fuori dal consueto browser.

Lasciando da parte il "pezzo grosso", in Silverlight 3.0 troviamo innumerevoli altri miglioramenti, alcuni dei quali ci si aspettava da tempo come il Databinding tra elementi, nuovi controlli quali la ViewBox, DockPanel e WrapPanel e il miglioramento degli stili e della gestione delle risorse.

Si potrebbe andare avanti a lungo a elencare le nuove feature, Pseudo 3D, Local Connection, Easing, miglioramenti al supporto testuale, Data Validation etc. Per evitare un lungo e inutile elenco ho preparato una serie di 5 articoli sulle caratteristiche che ho provato più divertenti e utili e vi invito a leggerli su :

In questo post mostro nei dettagli come configurare e strutturare una applicazione per funzionare in modalità Out Of Browser. Nell'articolo si costruisce una piccola applicazione ToDoList che sfrutta l'IsolatedStorage per persistere una lista di Task con Titolo, Descrizione e Data

 

Da questa versione Silverlight darà la possibilità di generare immagini all'interno del plugin per mezzo di una classe WriteableBitmap. Per mostrarne l'uso ho costruito una piccola applicazione che consente di esplorare l'insieme dei frattali di Mandelbrot.

Il dialogo tra istanze del plugin nella stessa pagina è una caratteristica certamente utile. La possibilità di dialogare anche tra istanze che girano su finestre diverse è addirittura sorprendente. In questo articolo quattro istanze del plugin sono coordinate per mostrare le potenzialità di questa tecnica.

Fare animazioni con silverlight è molto semplice. Renderle realistiche però è più complesso di quello che ci si può aspettare. Decelerazioni, effetti si rimbazo e elasticità sono di sicuro impatto ma richiedevano fino ad oggi l'uso di innumerevoli KeyFrame. In questa demo vedremo come usare le Easing Functions per arricchire le proprie applicazioni

Sviluppando applicazioni connesse con Silverlight l'avere a disposizione dei "servizi" che girano in background è molto utile. L'implementazione di IApplicationService è semplice e garantisce il pieno controllo del ciclo di vita di un Application Service.

I cinque articoli che vi propongo sono corredati tutti di un video e di un progetto di Visual Studio 2008 da scaricare e provare. Attenzione però che l'installazione di Silverlight 3.0 e dei Tools per Visual Studio vi potrebbe rendere impossibile lo sviluppo con Silverlight 2.0. Se dovete usare la macchina per lavoro fate molta attenzione.

Nei prossimi giorni troverò sicuramente il tempo di preparare altro materiale e non mancherò di proporvelo con dovizia di particolari.

Per ora, buon divertimento...


Commenti (1) -

# | Il blog del team MSDN Italia | 19.03.2009 - 05.45

Ecco alcune delle novità più importanti della prima keynote di MIX09 Silverlight 3 beta 1 Realizzare

Aggiungi Commento